Verniciatura

Tutte le parti metalliche saranno protette e garantite mediante procedimento di verniciatura con polveri poliesteri in tinta RAL applicate elettrostaticamente e cottura in forno a 180°.
I tipi di polveri di verniciatura sono combustibili ma non infiammabili, si possono impiegare:

  • epossipoliesteri a base di resine epossidiche e resine poliesteri, da utilizzare solo per manufatti da non esporre all’esterno;
  • poliesteri termoindurenti a base di resine poliestere con appositi indurenti, da utilizzare per materiale esposto all’esterno;
  • epossidica a base di resine epossidiche, da utilizzare solo per manufatti da non esporre all’esterno;
  • poliuretanica da utilizzare per materiale esposto all’esterno

L’impianto è costituito da un trasportatore su cui sono collocati appositi bilancieri per appendere i pezzi, la velocità varia a seconda della tipologia del pezzo e del materiale da verniciare.


Il ciclo di lavorazione dell’impianto risulta configurato come segue:

  • Lavaggio, che sottopone il materiale  ad un lavaggio caldo con fosfatante, un lavaggio caldo con sgrassante, un risciacquo con         acqua fredda ed un risciacquo finale con acqua demineralizzata;
  • Asciugatura, temperatura del forno di 120 °C;
  • Cabina di verniciatura, costituito da un impianto per la verniciatura manuale e da un impianto automatico;
  • Polimerizzazione, temperatura del forno 180°C. I tempi di polimerizzazione sono rapportati al tipo di forno e dalla massa del pezzo da verniciare;
  • I tempi di polimerizzazione sono rapportati al tipo di forno e dalla massa del pezzo da verniciare;
  • Uscita dal forno, che permette al pezzo di raffreddarsi prima dello scarico;
  • Collaudo ed imballo finale.